martedì 6 giugno 2017

Recensione: Victoria di Daisy Goodwin

Per chi ama i romanzi storici o è comunque un grande appassionato della Storia Inglese e del periodo Vittoriano, questo è il romanzo perfetto. Pubblicato in Italia da Sonzogno, il romanzo è stato scritto dalla sceneggiatrice della omonima serie tv, che potete vedere su LaEffe ,canale 139.


Trama.
Vittoria ha solo diciott’anni quando, nel 1837, la morte dello zio Guglielmo IV la innalza al trono d’Inghilterra. Esce da un’adolescenza malinconica e nei suoi primi giorni da regina viene guardata a vista dalla madre e dall’onnipresente e ambizioso Sir Lord Conroy, che esercita una grossa influenza sugli affari di stato e si sente minacciato dal carattere indipendente della giovane sovrana. Sebbene il potere la seduca fin da subito e le conferisca una straordinaria energia, le prime mosse dell’inesperta Vittoria sono però piuttosto avventate, soprattutto quando solleva pesanti, e ingiusti, sospetti contro l’inseparabile dama di compagnia di sua madre, accusata di intrattenere una relazione con l’odioso Conroy. Questo e altri passi falsi gettano una luce sinistra sulla regina, che non piace né al parlamento né ai sudditi. Gli scandali si succedono, insieme agli intrighi della corte per ostacolare la sua ascesa. Inoltre, agli stentati inizi sembra che stia per aggiungersi un matrimonio di pura convenienza dinastica. E invece... Le nozze con il cugino Albert si riveleranno il felice punto di svolta della vicenda pubblica e sentimentale di Vittoria d’Inghilterra, destinata, grazie alla non comune abilità politica e all’intrepida personalità, a segnare l’Ottocento britannico e a diventare una delle più grandi figure femminili della storia.

La mia opinione.
Sono veramente soddisfatta di questo romanzo, prima di tutto perché non si allontana dalla vera storia della regina e anzi la stessa Daisy Goodwin ha affermato di essersi attenuta ai suoi Diari ma al contempo lascia spazio ai sentimenti, all'amore e ci fa sospirare. La Regina Vittoria, che ha governato l'Inghilterra per ben 63 anni, in questo magnifico libro ci viene presentata non solo come Governante ma come una giovane donna che in un mondo di uomini si trova catapultata a capo di un intera nazione che la osserva e che giudica ogni sua mossa. Ma Vittoria affronterà le difficoltà dimostrando di essere capace quanto un uomo, se non di più. Io adoro le donne forti, e chi se non la donna che ha segnato un epoca può essere un esempio per tutte noi? Vittoria infatti oltre ad ottenere ciò che vuole e a farsi carico dei vari impegni reali non mette però a tacere il suo cuore, non si vergogna di provare dei sentimenti e l'amore che nascerà con il giovane Alberto, sarà un amore dolcissimo e vero, fatto di iniziali battibecchi ma lontano anni luce dai matrimoni di convenienza tipici del tempo, anzi come dirà lei stessa:" Sarà un matrimonio di sconvenienza!" Leggere la storia di Alberto e Vittoria ci fa sognare, sì perché il loro amore da fiaba non è frutto della fantasia ma è nato realmente ed Alberto è proprio un principe azzurro, colto, romantico e dal cuore grande e generoso.
" Alberto sentì che il cuore stava per esplodergli. Quando premette le labbra contro quelle di lei e sentì che reagivano con entusiasmo, capì che aveva trovato ciò di cui da tempo sentiva la mancanza."
Vi mostro un immagine di Vittoria e Alberto:

Mentre questi sono gli attori della serie tv:

Avete già gli occhi a cuoricino, lo so! Dunque correte a leggere il romanzo e seguite la serie!

1 commento:

  1. ..per conoscere la storia ..sempre mewglio leggere un libro che coniughi sentimenti e amore ..ma resti sul pezzo ..della storia reale..ed allora sognando che i sogni si possono realizzare...si apprende la storia e ci si rafforza che le Donne al potere sono molrto ...spesso meglio degli uomini !!!

    RispondiElimina