lunedì 27 novembre 2017

Recensione:L'incredibile storia dei faraoni di Cristiana Barandoni

Cari lettori, se amate la storia non può mancare nella vostra libreria questo libro!


Trama.
Le vite straordinarie dei sovrani divini d'Egitto
I segreti di un'antica civiltà
Cheope, Ramses, Thutmosis: figli del dio o padroni assoluti della terra d’Egitto?


441 faraoni per una storia millenaria che va dal 2920 al 30 a.C.: è questa la portata di una civiltà complessa come quella dell’antico Egitto. Una fase lunghissima, che inizia con il cosiddetto Periodo Protodinastico e si conclude con la dinastia Tolemaica, proprio quella della famosa Cleopatra, corrispondente all’età romana. Ma chi erano realmente i faraoni? Quali erano le loro effettive mansioni, cosa sapeva di loro il popolo e cosa lasciavano conoscere di se stessi agli altri? Ritenuti divinità così sacre da non poter essere guardate in volto, che cosa facevano all’ombra dei loro giganteschi palazzi reali? Partendo dalle misteriose Liste Reali, conosceremo la vita e le opere di alcuni tra i 200 faraoni in esse menzionati. Dal faraone Narmer alla regina che fece battere il cuore ai Romani, si susseguono vicende personali mescolate a vicende storiche; periodi che videro avvicendarsi addirittura 70 faraoni in meno di 100 anni, a periodi di grande pace come quello del Nuovo Regno, epoca d’oro nella quale 15 sovrani provenienti da Tebe trasformarono letteralmente il volto dell’Egitto. Un viaggio nella storia lungo quasi 5000 anni, per immergerci in alcuni degli episodi più significativi della civiltà egizia e guardarli attraverso gli occhi dei veri protagonisti.

La mia opinione.
“La storia, quella con la S maiuscola, è solo in parte fatta di grandi battaglie, personaggi quasi mitologici, avventure romanzesche. La storia è fatta soprattutto di sentimenti sanguigni e autentici, di rivalità intestine e di grandi passioni; di uomini che, sebbene siano vissuti migliaia di anni fa, erano in tutto e per tutto uguali a noi.”
Inizio la mia recensione con questa frase stupenda perché racchiude un po' il senso profondo di questo libro. Sì, perché Cristiana Barandoni non vuole solo raccontarci fatti, guerre importanti, elencando date e luoghi ma ci vuole far scoprire la storia, in questo caso dell’Egitto, attraverso la loro umanità, la loro incrollabile fede, il loro orgoglio ma anche le loro debolezze.

Ho sempre amato la Storia, in particolare mi sono sentita sempre attratta da quella egiziana, ma solo dopo aver letto questo libro posso dire di aver conosciuto veramente ogni aspetto di quel periodo e di aver scoperto cose che a scuola nessuno ci dice. Cristiana infatti ci tiene a parlare dell’Egitto partendo da prima delle piramidi, quando la terra del Nilo era abitata da piccole tribù per poi arrivare alle grandi dinastie faraoniche. Il suo racconto è un vero proprio viaggio, l’autrice ci prende   per mano e grazie alle sue accurate descrizioni ci trasporta di fronte ai faraoni, alle meravigliose piramidi, ci sembra proprio di essere lì, di toccare gli splendidi gioielli, di ammirare i papiri, respirare l’atmosfera e in men che non si dica vi ritroverete a desiderare di fare un viaggio in Egitto.

Se fino ad adesso, quando si parla di Egitto, pensavate solo alle piramidi e al faraone Ramses, con questo libro conoscerete molto di più, dal primo vero faraone di nome Narmer, alle piramidi di Gizah, alla sfinge e alla prima regina donna della storia Hatshepswet per poi passare ad aneddoti molto curiosi sulle varie scoperte. Sapevate per esempio che la prima mummia ritrovata non fu quella di Tutankhamon ma bensì quella del faraone Menkaura che purtroppo fu perduta durante il tragitto in Europa?

Un’opera dunque, quella della Barandoni, esaustiva e di affascinante completezza, che riesce ad essere sia alla portata di tutti grazie alla piacevole scorrevolezza, sia un libro più per appassionati del tema per via delle minuziose e complesse descrizioni con tanto di link e siti web di riferimento.

3 commenti:

  1. ..credo proprio che la Cristiana Barandoni..sia contenta..una recensione al di là sia fatta bene o meno ( e questa è splendida!!) ..deve stimolare all'acquisto del libro...hai socchiuso una porta ...che spero molti vorranno spalancare...per leggere questo libro..grazie Blogger!!!

    RispondiElimina
  2. Brava Erika, bellissima recensione :)

    RispondiElimina