venerdì 7 ottobre 2016

Recensione: Bugie pericolose di Becca Fitzpatrick

Questo romanzo è perfetto sia per chi ama il thriller sia per i lettori più romantici. Un mix esplosivo che vi conquisterà.


Trama.
Stella Gordon non è il suo vero nome. Thunder Basin, in Nebraska, non è la sua vera casa. Questa non è la sua vera vita... ma dopo aver assistito all'omicidio dello spacciatore di sua mamma, Stella è stata immediatamente inserita nel programma di protezione testimoni. Stella però non ha nessuna intenzione di vivere lontano dal fidanzato, per di più in un posto dimenticato da Dio e dagli uomini. Risultato: fa di tutto per irritare chi dovrebbe proteggerla e, più in generale, chiunque incontri. Visto che non si tratterrà laggiù un minuto più del necessario, che senso ha farsi degli amici? Il ragionamento fila più o meno liscio finché non conosce Chet Falconer; è a quel punto che la tentazione di abbassare la guardia diventa irrefrenabile, così come il senso di colpa per tutte le bugie che deve raccontare. Purtroppo, più si sente al sicuro, più diventa facile ignorare i segnali d'allarme, e non vedere che il pericolo è molto più vicino di quanto pensasse..

La mia opinione.
Il romanzo vi affascinerà già dalle prime pagine, molti sono i misteri che avvolgono la protagonista Estella. Estella è il suo vero nome ma adesso si trova nel Programma Testimoni ed oltre ad aver cambiato nome in Stella Gordon, ha dovuto lasciare la sua bella casa, gli amici e il fidanzato Reed.
Stella è affidata ad un agente di polizia in pensione, Carmina. Inizialmente la donna sembra troppo rigida e noiosa, ma con il passare del tempo Stella scoprirà che anche Carmina ha sofferto come lei e trova nella donna quella presenza amorevole e sicura che la madre non è mai stata.
La cosa veramente avvincente in questo romanzo è il fatto che la protagonista non è l' unica ad avere dei segreti, tutti i personaggi che Stella incontrerà  sono avvolti nel mistero, anche il bellissimo Chet Falconer che con la sua dolcezza e il suo fascino riuscirà ad abbattere quei muri che Stella ha eretto da anni per non soffrire più. Stella però cercherà con tutte le sue forze di non cedere ai sentimenti, perchè soffre al pensiero che Chet non la conosca veramente e che dovrà lasciarlo.
"Mi sarebbe mancato il modo in cui mi guardava, con quegli occhi azzurri così caldi, come se ci fossimo solo noi due e il mondo sparisse. Mi sarebbe mancato anche il suo stupido cappello da cowboy. Ma non volevo fargli del male"
Ma Chet, con la sua bontà d'animo e la sua pazienza, un uomo da sposare ragazze, farà conoscere a Stella il vero amore, il calore di una famiglia.
"Quando ami qualcuno te ne prendi cura. Combatti le sue battaglie."
Stella così inizierà ad apprezzare Thunder Basin, ma scoprirà ben presto che il passato non è disposto a dimenticare.
La storia di questo romanzo vi terrà incollati alle pagine,promesso.

Nessun commento:

Posta un commento